X

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Benvenuti!

  • Lingua
    • Italiano
  • Business
    • Accesso 
Imposta come homepage Aggiungi ai preferiti Introduzione

Categoria dei prodotti
News
Riepilogo notizie
  • Purassanta: "Economia di rete e startup B2B, ecco come far crescere l'Italia". L'Ad di Microsoft Italia a CorCom: "Servono grandi piattaforme di dati da mettere a disposizione delle aziende del digitale". E sulle nuove imprese: "Quelle innovative devono sostenere la digital transformation delle Pmi.

  • Per comprendere l'economia tedesca è necessario avere in mente una panoramica generale sulla situazione di import export e per procedere in quest'ottica è importante potersi non limitare, a livello di informazione, agli ultimi mesi ma fare dei paragoni con tutti gli anni passati. L'import tedesco del 2010

  • Made in Italy e PMI: Export nei paesi emergenti In tempi come questi è molto complicato trovare ricette anti-crisi, un must per le imprese: per le PMI, una scelta decisamente vincente è proprio quella di puntare sulle esportazioni dei prodotti  Made in Italy verso i  paesi emergenti.I dati sono davvero ottimi: +48% entro il 2017, per un valore di 136 miliardi di euro ed un incremento di 44 miliardi.Le imprese italiane che sono all'interno dell'export del Made in Italy sono circa 13milardi di cui l’89% sono PMI:

  • Il ruolo del web L'import-export è uno dei settori che si dovrebbero maggiormente orientare vers l'innovazione, per arrivare a questo è sufficiente saper reperire informazioni sulla rete,fare transazioni e scovare dei possibili clienti. Tuttavia se si va a cercare presso i vari motori di ricerca è possibile scoprire solo pochissimi portali che si occupano della sezione di import-export. Il problema rimane, perchè ci sono poche informazioni reperibili sul web e pochi professionisti che si interessano a questo settore?

  • New Delhi ha come obiettivo attuale quello di voler proteggere la propria industria, ed in particolar modo il proprio export.La svolta in questa direzione non segnerebbe una novità assoluta, ma potrebbe rafforzare una tendenza degli ultimi tempi e che proprio negli ultimi mesi si è fortemente evoluta con l’utilizzo di barriere non tariffarie (per esempio su It e agroalimentare) e con l'innalzamento di dazi su una specifica serie di prodotti. Il “Make in India”: nuovi obiettivi

2FTelecomunicazioni

3FArticoli di uso quotidiano

7FApparecchiature elettroniche